Image
Image
Image

Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale

Image

La nostra società è un insieme variegato di etnie, culture e religioni differenti.  La scuola ha il ruolo fondamentale di valorizzare tutte le differenze, di creare una comunità educativa inclusiva e che sappia trasformare in un'opportunità educativa l'aggregazione e la condivisione di vissuti differenti. Sentirsi accolti all'interno di una classe crea le fondamenta per una convivenza pacifica e del senso d'appartenenza ad una società dove il melting-pot sarà il valore aggiunto per il futuro.

Salute e sicurezza

Image

Fornire un supporto concreto allo svolgimento delle attività previste per la ripartenza, che richiedono sicuramente una difficile conciliazione fra necessità sanitarie, esigenze didattiche e risorse a disposizione.

Il coaching nella scuola

Image

La vita delle aziende e delle organizzazioni sta attraversando in tutto il mondo una fase di profondi cambiamenti, che sono accomunati dal superamento della rigidità organizzativa e dall’adozione di metodi di lavoro il più possibile flessibili e adeguati alle realtà che bisogna gestire. In questo contesto si riscontra ovunque una straordinaria diffusione del metodo del coaching, che per il top management e anche per una buona fascia del middle management ha sostituito quasi del tutto la formazione del personale intesa in senso tradizionale.

Nel mondo della scuola il coaching è entrato da poco. Ciononostante sono straordinarie le esperienze dell’aiuto che i coach, realmente competenti ed esperti, hanno fornito ai docenti rispetto a problematiche difficilmente inquadrabili in altro modo. Ad esempio: il miglioramento delle relazionali nel lavoro (con alcuni alunni, con alcuni colleghi, con alcuni genitori, con alcuni dirigenti); la realizzazione di obiettivi educativi (con i propri alunni o con i propri figli); la gestione efficace di alcuni incarichi; le difficoltà nel comunicare in pubblico; la gestione delle riunioni e dei gruppi di lavoro; il work-life balance (gestione del tempo, progettualità in ambiti diversi dal lavoro, benessere e soddisfazione nella relazione col coniuge e con i figli).

Che cos’è il coaching? È un aiuto nella realizzazione di un obiettivo, consistente esclusivamente nello stimolare la riflessione e il pensiero creativo rispetto alle questioni essenziali che vengono individuate

In tal modo chi vuole raggiungere un risultato difficile o complesso, o migliorare rispetto alle proprie prestazioni abituali, viene accompagnato a individuare i passi necessari e a realizzare ciò che serve per compierli.

La persona aiutata rimane assoluta protagonista della vicenda: il coach non dà istruzioni né consigli, ma stimola il partner a tirar fuori il meglio di sé, e a decidere di quali informazioni, cambi di prospettive, risorse e aiuti ha bisogno per ottenere ciò che vuole.

L’esperienza dice che questa metodologia è ciò che serve in situazioni complesse, dove i fattori in gioco sono molti e intrecciati fra loro. La buona gestione della complessità richiede essere decisi nel mantenere una direzione, ma flessibili nell’adattarsi durante il percorso. Il coach aiuta il partner a disambiguare la complessità in ciascuno degli elementi in gioco e a prendere decisioni responsabili che gli permettono di progredire verso la realizzazione dell’obiettivo.

Il risultato di questo processo è che la persona accompagnata viene sollecitata ad accedere al 100% delle sue capacità, come avviene nei momenti di crisi (ad esempio, quando ci impegniamo per salvare la vita a una persona), senza che ci sia una crisi. Il coaching consente, in altri termini, di far emergere e valorizzare le risorse già presenti all’interno del partner, che altrimenti spesso rimangono latenti o inesplorate.

Le soluzioni trovate grazie ad un percorso di coaching saranno, pertanto, pienamente congruenti col modo di essere del partner, come se questi le avesse trovate da solo, senza bisogno di aiuto.

Il coaching si differenzia dalla psicoterapia perché il coach non indaga sul passato e sulle cause di eventuali difficoltà, ma ha un approccio rivolto al futuro: aiuta il partner a trovare soluzioni e a decidere come operare per realizzarle.

Da notare come si affrontino col coaching tanto problemi propri della vita scolastica quanto problemi personali (gestione del tempo libero, educazione dei figli, relazione col coniuge): ciò perché anche tutto ciò che è esterno rispetto alla scuola può avere impatto sull’ efficacia del docente nell’espletare le funzioni proprie del suo ruolo. Si pensi, ad esempio, al problema delle energie personali disponibili per insegnare, per educare, per progettare nuove iniziative scolastiche!

Comunicazione e soft skills

Image

L’efficacia di una comunicazione, passa attraverso l’attuazione di regole precise, modulazione della voce, pause, scelta accurata del linguaggio. L’ascolto attivo è frutto di competenze e abilità che possono essere acquisite attraverso dei percorsi formativi.

È necessario eliminare il rumore semantico e fisico per attuare una strategia didattica vincente e creare un ambiente privo di conflitti dove la libertà di esprimersi e di confrontarsi avvenga nel rispetto di valori condivisi.  

Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

Image

La scuola deve essere un ambiente inclusivo, all’interno del quale non ci siano prevaricazioni o forme di esclusione. Affinché nessuno provi la sgradevole sensazione di essere avulso dal contesto in cui si trova, è necessario che i docenti svolgano una costante azione di monitoraggio e abbiano le competenze per individuare con tempestività eventuali disagi, per offrire supporto ed evitare che i giovani rinuncino alla loro formazione per motivi che esulano dagli aspetti meramente didattici.

Didattica per competenze e innovazione metodologica

Image

Sono numerosi i documenti europei che negli ultimi decenni hanno consolidato la necessità di porre come obiettivo dei sistemi scolastici nazionali il raggiungimento da parte degli allievi di competenze disciplinari e trasversali (cfr. competenze chiave di cittadinanza).

Con le Indicazioni Nazionali per la scuola dell’infanzia e del primo ciclo del 2012 il sistema scolastico italiano “assume come orizzonte di riferimento verso cui tendere il quadro delle competenze-chiave per l’apprendimento permanente definite dal Parlamento Europeo”.

Competenze digitali e nuovi ambienti di apprendimento

Image

La formazione del personale della scuola in materia di competenze digitali mira a garantire una efficace e piena correlazione tra l’innovazione didattica e organizzativa e le tecnologie digitali.

In questo ambito il Piano costituisce lo strumento principale per attuare tutte le azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale sulla base dei principi in esso contenuti.

Inclusione e disabilità

Image

Una delle caratteristiche distintive della scuola italiana è l’attenzione all’inclusione.

Per interpretare l’inclusione come modalità “quotidiana” di gestione delle classi, la formazione deve essere rivolta sia agli insegnanti specializzati nel sostegno, che a tutti gli insegnanti curricolari.

Indicazioni e Linee Guida ricordano che la diversità pone all’azione didattica ed educativa una grande sfida.

Lingue straniere

Image

Il mondo dell’istruzione è ormai da tempo divenuto un contesto multiculturale. Per facilitare scambi e relazioni con altri paesi europei ed extraeuropei, è necessario ampliare la prospettiva e sviluppare le competenze linguistiche ed interculturali affinché vi sia una visione più ampia ed una maggiore possibilità di interazione.

Corsi brevi da 10 ore

Image

L’innovazione didattica e la rimodulazione delle attività in classe, trova linfa vitale nelle nuove tecnologie, nella sperimentazione di nuovi linguaggi e nell’attuazione di metodologie non convenzionali che consentano agli allievi di sperimentare forme di apprendimento differenti, coinvolgenti e creative.

Corsi tematici: informatica e lingua

Image

Qui puoi trovare i corsi di aggiornamento di lingua straniera (inglese e francese) e tecnologie informatiche.

Scuola e lavoro

Image

Formazione e orientamento sono priorità fondamentali, soprattutto nell'ultimo anno della scuola superiore di primo e secondo grado.

La coscienza di sé, maturata attraverso la scoperta dei propri talenti e inclinazioni, è necessaria per individuare la propria strada e percorrerla con convinzione, per riuscire a superare gli ostacoli e ad affrontare positivamente le sfide che si incontrano.

Corsi in collaborazione con ANIEF

Image

Qui puoi trovare i corsi di aggiornamento Anief.

Modalità pagamento

In caso di pagamento con bonifico, deve essere intestato a: EUROSOFIA

IBAN IT88L0306234210000001372033, Banca Mediolanum - sede Basiglio

cd 150

Eurosofia ©2019. All Rights Reserved